Cos’è un CFD? Spiegato semplice

Tra i termini del trading da conoscere non può mancare CFD: un grande trend nel mondo delle speculazioni finanziare. Cerchiamo di capire insieme cos’è un CFD e come funziona.

Cos’è un CFD?

investire in cfd

CFD sta per Contract for Difference, ovvero Contratto per Differenza, ed è una forma di speculazione finanziaria: una vera e propria scommessa sull’andamento di un mercato finanziario.

Il CFD è un contratto che tu, investitore, stipuli con un broker, e che ti permette di speculare sulla variazione dei prezzi dei mercati finanziari globali in rapida evoluzione.

Per acquistare un CFD non dovrai acquistare il bene che andrai a scambiare, perché i CFD sono strumenti derivati: questo significa che si tratta di strumenti che derivano il loro valore da un sottostante, che può essere un altro asset finanziario, un azione, un indice finanziario, una valuta, una criptovaluta, un ETF o una materia prima.

Alla fine del contratto tu e il venditore vi scambierete l’ammontare della differenza tra il prezzo di apertura e quello di chiusura del sottostante. Se il valore è aumentato, avrai guadagnato e il venditore dovrà corrisponderti la differenza; se è diminuito, sarai tu a dover pagare la differenza al venditore.

Ti sembra complicato?

Pensa al trading di CFD come a una scommessa su un cavallo: sceglierai su quale cavallo (ovvero mercato sottostante) puntare in base alle previsioni di vincita, formulate in base all’andamento di quel cavallo nelle gare (ovvero all’andamento del mercato finanziario di riferimento). Non comprerai l’animale (cioè il bene) in sé per sé, ma punterai su di lui una cifra (il CFD).

Quali sono le caratteristiche principali dei CFD?

caratteristiche di un CFD

Per capire cosa sono i CFD e come funzionano, è importante comprendere la terminologia specifica relativa alle loro caratteristiche principali.

Posizioni short e long

Il trading con CFD è interessante perché puoi scommettere sia sui mercati al rialzo che su quelli al ribasso.

Quando acquisti un CFD stai andando long: questo significa che stai scommettendo su un mercato che, secondo te, salirà, e quindi punti sul fatto che il venditore dovrà corrisponderti la differenza di prezzo.

Se invece vendi un CDF stai andando short, cioè stai scommettendo su un mercato che, secondo te, è in ribasso e che quindi ti farà guadagnare perché sarà il tuo acquirente a doverti pagare la differenza.

Size

La size di un CFD corrisponde alla dimensione del contratto e varia a seconda del sottostante. I CFD solitamente si vendono in lotti di contratti in cui ogni azione ha un valore: ad esempio, un’azione CFD Microsoft può avere la size di una quota azionaria di Microsoft.

Leva

I CFD sono prodotti a leva: significa che ti permettono di investire solo una frazione del valore totale della posizione che vuoi aprire, mentre il resto ti verrà “prestato” dal broker. Profitti e perdite saranno calcolati sul valore complessivo della posizione: questo vuol dire che sia i guadagni che le perdite potrebbero essere maggiori del deposito iniziale che hai investito.

Margine

Il trading con prodotti a leva viene chiamato anche trading a margine. Il margine è l’investimento necessario per aprire e mantenere la posizione a leva. Il margine di deposito corrisponde alla somma che andrai a investire per aprire la tua posizione, che rappresenterà solo una parte del valore totale dell’operazione; il margine di mantenimento invece è una somma che potresti dover aggiungere alla fine del giorno di negoziazione (alle 17:00 ora di New York) qualora il mercato non andasse a tuo favore.

​Spread

Lo spread di un CFD è la differenza tra il prezzo d’acquisto (buy) e quello di vendita (sell) di un CFD, cioè tra il prezzo al quale è possibile aprire una posizione long e quello a cui è possibile aprire una posizione short. Lo spread che andrai a pagare include il costo di apertura di una posizione con i CFD.

Durata

I CFD solitamente non hanno una data di scadenza, ma si chiudono inserendo un ordine opposto: quindi, ad esempio, una posizione d’acquisto di 100 contratti CFD sull’oro si chiude con un ordine di vendita di 100 contratti CFD sull’oro.

Puoi mantenere aperta la tua posizione anche al di fuori degli orari di negoziazione, pagando però un extra: i costi di finanziamento overnight/weekend.

Quali sono i vantaggi dei CFD

generare profitto

Veniamo ora ai vantaggi: perché dovresti provare a investire in CFD online?

  1. Puoi decidere di sfruttare la leva, che ti permette di investire di meno e (potenzialmente) guadagnare di più: potrai acquistare posizioni dal valore superiore a quello che il tuo capitale, senza l’appoggio della leva, ti permetterebbe di fare;
  2. si tratta di un trading flessibile perché ti permette di operare anche al di fuori dei soliti orari di negoziazione. Il fatto che si possa negoziare 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, anche con broker diversi, ti permette di cogliere ogni opportunità;
  3. i CFD sono esenti dall’imposta di bollo perché non possiedi realmente il sottostante;
  4. puoi speculare su mercati molto differenziati: indici, etf, criptovalute, azioni, materie prime e così via;
  5. puoi fare hedging, cioè tutelare i tuoi investimenti compensando le perdite. Se hai delle azioni che vorresti conservare ma è previsto un ribasso nel settore, puoi vendere dei CFD che andranno a compensare le potenziali perdite: così, se le azioni che possiedi verranno effettivamente svalutate, recupererai l’investimento perso con i tuoi CFD; se viceversa le azioni non svaluteranno, potrai compensare le perdite prodotte dai CFD con i futuri profitti delle tue azioni.

Come funziona il trading online con i CFD?

trading con i cfd

Praticamente, fare trading online di CFD è semplice: devi solo scegliere una piattaforma in cui operare (ce ne sono di professionali, adatte a chi è già esperto, e di intuitive, adatte anche ai principianti), impostare dei parametri, ovvero lo strumento che vuoi utilizzare (petrolio, azioni Amazon, ETF, cambio Euro-Dollaro, Bitcoin, indice FTSE100 e così via), l’importo investito e l’eventuale leva, e inserire l’ordine.

A questo punto la tua posizione è aperta e rimarrà tale finché non la chiuderai vendendo la stessa size (cioè lo stesso numero di contratti) che hai acquistato. Se la posizione si chiuderà in profitto, il broker ti pagherà la differenza; viceversa, sarai tu a pagarla al broker.

Teoricamente, invece, le cose sono un po’ più complicate: devi avere delle nozioni finanziarie e delle strategie che ti permettano di individuare le migliori opportunità. Devi:

  • avere un quadro chiaro dei tuoi obiettivi, del tuo capitale, della tua propensione al rischio;
  • tener conto della leva finanziaria, che andrebbe a moltiplicare tanto il tuo profitto quanto la tua perdita;
  • saper sfruttare le opzioni di stop, che ti permettono di limitare le perdite andando a chiudere automaticamente la posizione una volta raggiunto un certo livello, che può corrispondere a un’inversione del trend di mercato o al raggiungimento di un prezzo prestabilito;
  • conoscere la validità dei broker a cui ti affidi;
  • fare analisi di mercato che ti permettano di conoscere bene i sottostanti ed elaborare una strategia di trading adatta;
  • diversificare i tuoi investimenti tra vari broker e vari mercati;
  • fare attenzione agli orari di trading e al calendario economico;
  • saper studiare (e copiare) le strategie dei trader esperti.

Dove posso fare trading di CFD online?

piattaforme per fare trading con i cfd

Con tutte queste variabili in gioco, fare trading con i CFD può risultare complicato per chi è alle prime armi. Puoi farti accompagnare nelle speculazioni da una piattaforma online che semplifichi le operazioni: eccone alcune.

eToro

eToro, leader mondiale del social trading, ti permette di ampliare il tuo portafoglio di investimenti con i CFD. Con un’interfaccia intuitiva, la piattaforma ti guiderà passo passo nella scelta dei migliori CDF in base al rischio che vuoi assumerti, fornendoti tutti i dati di cui hai bisogno. Non dovrai pagare commissioni di deposito o di trading, ma solo lo spread e le commissioni overnight/weekend, il cui ammontare dipende dal mercato in cui andrai a operare.

AvaTrade

Avatrade non ti offre solo una serie di quattro piattaforme trading adatte a ogni esigenza, ma anche una vera e propria formazione fatta di video tutorial, articoli, ebook e notizie che possono aiutarti a fare trading di CFD. Avatrade è considerato uno dei broker più completi, in quanto opera in una grande varietà di mercati e a condizioni vantaggiose, che variano a seconda dello strumento su cui andrai a speculare.

ActivTrades

ActivTrades è molto popolare in Italia grazie alla piattaforma velocissima e molto intuitiva, al servizio di formazione particolarmente valido e alla qualità del servizio di supporto. Il tutto accompagnato da un’ottima varietà di mercati in cui operare, dalla possibilità di investire in mini o micro lotti, dalla flessibilità dei margini e dalla completa trasparenza dei costi del servizio.

2 commenti su “Cos’è un CFD? Spiegato semplice”

Lascia un commento